CENTRO BENESSERE: LE STRUTTURE PER REALIZZARLO SONO IN EPS

Centro Benessere: se pensiamo al Centro Benessere ci vengono in mente il Bagno Turco o Hammam, le Docce Emozionali, percorsi Kneipp, le Spa idromassaggio… tutte queste strutture sono in EPS.

Che cos’è l’EPS?

L’EPS  (Polistirene Espanso Sinterizzato) è un materiale coibente, di peso ridotto, composto per il 98% d’aria, innocuo all’ambiente e riciclabile. Grazie alla sua struttura interna a celle chiuse, garantisce eccellenti caratteristiche di isolante termico e buone prestazioni meccaniche. Per migliorare il suo comportamento al fuoco viene prodotto in forma autoestinguente a ritardata propagazione di fiamma

EPS

L’EPS viene ampiamente utilizzato come materiale isolante ma anche per realizzare progetti creativi per interventi in ambienti umidi (centri benessere, percorsi kneipp, Bagni turchi, panche idro, lettini riscaldati, vasche, docce emozionali, scale per piscine, fontane,ecc.) e sviluppo di oggetti/complementi d’arredo sfruttando le caratteristiche del materiale semplice e allo stesso tempo versatile, che si presta all’esecuzione di qualsiasi idea di progetto.

EPS 2

Quali sono i vantaggi di realizzare le strutture dei Centri benessere in EPS?

I vantaggi dell’EPS sono la massima lavorabilità e facilità di posa. Grazie alla sua leggerezza e resistenza, L’EPS garantisce una posa facile e veloce della struttura e degli impianti; 

EPS: Nessun limite progettuale ,qualsiasi forma e misura per Centri Benessere, SPA, Piscine, Centri Estetici e ambienti di Relax sia pubblici che privati.

Le strutture in EPS ad alta densità sono rivestite poi con rete e speciale rasatura cementizia, su cui si può procedere direttamente con l’impermeabilizzazione ed il rivestimento finale.

Con l’Eps la creatività e la fantasia dei progettisti e dei designer hanno libertà illimitate, in quanto il polistirene sinterizzato permette la modellazione di qualsiasi forma su misura senza il ricorso all’utilizzo di costosi stampi, tipici nella produzione dell’acrilico. Oltre alla flessibilità di lavorazione, il polistirene (detto anche Eps – Polistirene Espanso Sinterizzato) presenta una buona resistenza, compattezza, facilità di lavorazione, atossicità, leggerezza. L’EPS è il materiale ideale per tutti gli interventi nelle opere di ristrutturazione, nelle nuove edificazioni e dove la geometria delle forme arriva a richiede le massime performance.  

 Caratteristiche dell’EPS:

 Atossico:  Il polistirene è atossico, non contiene CFC né HCFC, ed è riciclabile. L’EPS non costituisce nutrimento per alcun essere vivente, microrganismi compresi: non marcisce e non ammuffisce.

 Leggero: Le caratteristiche strutturali del polistirene espanso determinano la leggerezza del materiale.

 Basso assorbimento acqua: Il polistirene ha un basso assorbimento d’acqua e favorisce la traspirazione del vapore acqueo.

 Autoestinguente: Il polistirolo espanso è autoestinguente, ossia, in caso di incendio, ritardata la propagazione della fiamma.

 Inoltre…

• Bassa conduttività termica

• Resistenza alla diffusione del vapore

• Stabilità dimensionale (stabilità all’applicazione, non si muove)

CONDUTTIVITÀ TERMICA

E’ la principale caratteristica dell’EPS ed è favorita dal fatto che esso è costituito da aria per il 98%. Quest’aria è rinchiusa in celle tanto piccole da impedirne i moti convettivi. L’aria interna restando in equilibrio con quella esterna, rende stabile la conducibilità termica nel tempo.

PERMEABILITÀ AL VAPORE ACQUEO

Affinché l’isolamento termico di una struttura sia perfetto occorre evitare che avvenga condensa all’interno degli elementi costruttivi e sulle superfici interne degli ambienti. Quando si ha una temperatura elevata, l’acqua si trasforma in vapore per condensarsi di nuovo in caso di raffreddamento. In tal modo l’acqua può penetrare all’interno delle strutture costruttive attaccandole. Anche il vapore tende a trasmigrare da un ambiente all’altro. Il giusto valore di permeabilità al vapore che ha il polistirene permette la traspirazione degli elementi costruttivi.

RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE

Il Polistirene Espanso Sinterizzato grazie al particolare processo di produzione ed alla propria struttura a celle chiuse, offre la giusta resistenza alla diffusione del vapore acqueo, espressa col simbolo m (adimensionale), un parametro molto importante per il controllo dei fenomeni di condensazione nelle pareti. Per un materiale termoisolante avere un coefficiente m pari a 50, ad esempio, significa che esso oppone una resistenza alla diffusione del vapore 50 volte superiore a quella che opporrebbe uno strato di aria di eguale spessore.

ASSORBIMENTO D’ACQUA

L’EPS non è un materiale igroscopico, pertanto i manufatti in EPS non presentano fenomeni di inibizione per capillarità.

STABILITÀ DIMENSIONALE

L’EPS presenta uno fra i valori migliori previsti dalle normative per i vari materiali isolanti: 50-10 m/mk (70-10 per l’estruso ed il poliuretano), tale caratteristica assicura stabilità all’applicazione, non si creano fessurazioni nei cappotti (se ben applicati), non si sollevano le pavimentazioni, ecc., cioè l’EPS non si muove.

 SINTERIZZAZIONE

Nell’EPS, la buona sinterizzazione, cioè la “saldatura” delle perle fra loro è molto importante anzi per certe caratteristiche è determinante, come ad esempio quelle richieste nell’applicazione a cappotto. Tanto più l’EPS presenta densità elevate, tanto più si esercita nel blocco una pressione tale da favorire una migliore sinterizzazione.

 COMPORTAMENTO ALLE SOLLECITAZIONI MECCANICHE

La relazione fra sollecitazioni e deformazioni è lineare fino al 3% di deformazione, oltre questo limite si ha una deformazione permanente della struttura cellulare senza rottura. Per convenzione si assume come caratteristica a compressione la sollecitazione corrispondente ad uno schiacciamento del 10% dello spessore del provino.

COMPORTAMENTO BIOLOGICO

Il Polistirene Espanso Sinterizzato, non costituisce nutrimento per alcun essere vivente, microrganismi compresi. L’EPS non marcisce, non ammuffisce ed è completamente riciclabile. Non è tossico ed è pulito. La luce ultravioletta determina un ingiallimento ed infragilimento superficiale dell’EPS che, pur non subendo riduzioni nelle sue prestazioni, va pertanto protetto con una corretta pratica di cantiere.

RINFORZO DELL’EPS

L’Eps è un supporto alla finitura esterna (mosaico, marmo, resine, ecc..) ma per essere installato deve essere prima  rinforzato con la rete ed una resina cementizia in modo da conferire alla superficie del  materiale la giusta robustezza per poter essere successivamente mosaicato o resinato o dipinto.

L’azienda produttiva con cui collaboriamo è “La Veneta Forme srl”, per vedere alcune realizzazioni guarda: Catalogo La Veneta Forme srl

Per qualsiasi informazione contattaci allo 0438 795565 o scrivi ad  aquazzura@piscineaquazzura.com

Posted in News and tagged , , .